Appuntamenti‎ > ‎Risultati gare‎ > ‎

Vince l'integrazione

pubblicato 9 ott 2014, 00:40 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 9 ott 2014, 01:09 ]
Al di là del benessere fisico ricercato ed ottenuto attraverso la sua pratica,  lo sport è strumento fondamentale per veicolare valori e qualità che aggiungono significato ed interesse alla nostra vita. Praticando sport ci si mette alla prova, si impara, ci si integra nel gruppo e nella società, si  sperimentano esperienze di divertimento in rapporto con gli altri,  si afferma e aumenta  l'autostima, si socializza.
È questo che hanno potuto sperimentare i giovani atleti disabili che vestono i colori del T.S.K.S Belluno (Traditional Shotokan Karate School), quando domenica 28 settembre u.s. hanno indossato il kimono per offrire una dimostrazione delle loro capacità a Rovereto, in occasione di una festa dove la disabilità à stata protagonista e promotrice.
Presso il ristorante  "dal Barba" a Villa Lagarina,  il personale è un mix tra professionisti del settore ristorazione e ragazzi autistici: qui il gruppo ha potuto mangiare, ascoltare buona musica e praticare il proprio sport in un clima familiare e sereno dove il clichè "disabilità uguale svantaggio ed emarginazione" è stato ribaltato. Se si creano i giusti presupposti, disabilità può essere anche creatività, propositività, o semplicemente normalità e autonomia.
Può sembrare un paradosso, ma a volte con la disabilità si enfatizzano le azioni e le opportunità del  quotidiano per cercare visibilità e garantirsi la giusta parte di pari opportunità: ecco perchè ci piace mettere sullo stesso piano il gruppo del Tsks di atleti disabili in uscita a Rovereto, e gli atleti del Tsks impegnati la stessa domenica a Como al campionato italiano Jka.

Lo sport che unisce, il karate come comune denominatore per crescere come atleta e come persona. La società sportiva infatti crede molto nel valore dell'integrazione e crea opportunità di socializzazione e divertimento (il fine settimana precedente il gruppo era a Cervia al mare), dove l'allenamento sul tatami diventa solo una parte del programma.

Il gruppo disabili del T.S.K.S. perciò ha vissuto il proprio momento di impegno durante la dimostrazione delle tecniche di combattimento e kata della disciplina sportiva, e poi ha goduto del momento di festa: è visibile la gioia dei partecipanti in questa foto ricordo scattata in compagnia del cantautore Eugenio Finardi.