Appuntamenti‎ > ‎

Risultati gare


1 Ottobre - OPEN di Croazia

pubblicato 4 ott 2017, 04:53 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 4 ott 2017, 05:00 ]

Oro Kata a squadre femminile Seniores battendo la Croazia.

Bronzo Kata a squadre Cad -Junior dietro a Nazionale Italiana Fijlkam e Croazia.

1 Ottobre - Edimburgo

pubblicato 4 ott 2017, 03:22 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 4 ott 2017, 03:27 ]

A Edimburgo, Sinisa Brocilovic di Belluno, vince la medaglia d'argento a squadre all'OPEN d'Inghilterra.
 

Finale Nazionale Fijlkam 2016 - Kata Esordineti A

pubblicato 15 nov 2016, 00:59 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 15 nov 2016, 01:24 ]

Niente da fare per Giacomo De Cesero, l'atleta del Tsks Belluno impegnato a Ostia nella finale nazionale di Kata Esordienti A.
L'atleta di punta della scuola bellunese di karate è uscito al terzo incontro: dopo un buon inizio condito da due nette vittorie, De Cesero è incappato in un piccolo errore tecnico che ne ha poi condizionato l'intera prestazione.
L'atleta bellunese si è comunque piazzato tra i primi 10 in classifica su oltre 60 partecipanti, ma per quanto visto sui tatami durante la manifestazione il karateka del Tsks avrebbe potuto tranquillamente giocarsi un posto sul podio. A Padova, nella finale regionale di Kata esordienti A, lo scorso 16 ottobre De Cesero si piazzò al secondo posto grazie ad un ottimo percorso: in finale solo una decisione arbitrale gli tolse una meritata vittoria.
"Un vero peccato - afferma il direttore tecnico del Tsks Belluno, Roberto Bacchilega - perché Giacomo avrebbe meritato sicuramente di più. Purtroppo sul primo salto di kanku sho ha perso un pò l'equilibrio e questo ha condizionato il giudizio degli arbitri. I primi due incontri però, li aveva vinti per 5-0. Da quello che ho potuto vedere il vincitore della sua poule poteva assolutamente essere lui, ma la tensione della gara a volte fa commettere errori che normalmente non si fanno. Sono certo che il prossimo anno saprà rifarsi".

Ora il prossimo impegno del Tsks si terrà il 12 e 13 novembre a Chiampo, nel Vicentino, per uno stage nazionale di karate agonistico e tradizionale. Poi sabato 19 a Roma si svolgeranno le finali del campionato italiano di Kata giovanile a squadre dove il Veneto schiererà la squadra femminile tutta bellunese composta da Dragana Brocilovic, Rebecca Patriarca e Martina Rubiero. Durante lo stesso weekend, ad Abano Terme, si terrà il Campionato Nazionale individuale Aics, mentre domenica 27 a Ponte nelle Alpi andrà in scena la 3° tappa del Trofeo Tsks.

Open di Croazia 2016 e 1° Trofeo AT Karate Cup

pubblicato 15 nov 2016, 00:53 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 15 nov 2016, 01:17 ]

Altri grandi risultati per il Tsks Belluno, la scuola bellunese di karate in cui militano molti ragazzi provenienti da tutto il Cadore. Al prestigioso evento “Open di Croazia” organizzato dalla World Karate Federation, Massimo Bacchilega ha ottenuto la medaglia di bronzo nella specialità del Kumite (combattimento) nella categoria Under 21 +84 kg.
A Fiume, si sono ritrovate le squadre nazionali di ben 18 paesi europei e la concorrenza sui tatami era davvero tanta. L'atleta cadorino di Lorenzago ha saputo compiere però un percorso quasi perfetto, fino all'incontro pareggiato per 0-0 contro il macedone Semir Kjosovikj, perdendo poi solo per decisione arbitrale senza poter accedere alla finalissima.
Un'altro risultato eccellente per il gruppo del Tsks Belluno è stato il quarto posto nel Kata (forma) di Rebecca Patriarca, che ha dimostrato un'ottima condizione superando brillantemente molte atlete già di grande fama.

La scuola bellunese del direttore tecnico Roberto Bacchilega, si è poi ripetuta anche alla 1° edizione del trofeo "AT Karate Cup" di Dueville, nel Vicentino. Organizzato dall'associazione Fijlkam, l'evento ha visto la partecipazione di oltre 350 karateki, provenienti da diverse regioni: tra loro c'erano anche alcuni campioni nazionali ed europei. Massimo Bacchilega questa volta è riuscito ad andare fino in fondo, vincendo la finale con uno schiacciante 8-0, aggiudicandosi così la medaglia d'oro nella specialità del Kumite.
Sempre nel Kumite, Sinisa Brocilovic di Belluno ha ottenuto la medaglia d'argento, così come Matteo Perino di Valle di Cadore.
Terzo posto e medaglia di bronzo, invece, per Nicholas dal Bò di Vittorio Veneto, mentre nella specialità del Kata a farsi valere sono stati Giacomo De Cesero (bronzo), fermato solo in semifinale per 4-1 dal campione italiano in carica della disciplina e Dragana Brocilovic (argento), che ha ceduto di misura per 3-2 solo in finale contro un'avversaria già affermata a livello nazionale.
"Si è trattato di una trasferta senz'altro più che positiva - commenta il direttore tecnico Roberto Bacchilega -, una serie di risultati che fanno davvero ben sperare per i prossimi appuntamenti, anche a livello internazionali".

Campionato Regionale Fijlkam 2016

pubblicato 15 nov 2016, 00:43 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 15 nov 2016, 01:24 ]

La squadra bellunese di Kata del Tsks Belluno, composta da Dragana Brocilovic, Rebecca Patriarca e Martina Rubiero, ha vinto la medaglia d'oro al campionato regionale sarà l'unica su ben 110 società affiliate alla Fijlkam regionale a rappresentare il Veneto alla finale nazionale di Kata a squadre giovanile in programma a Roma il 19 e 20 novembre.
A Padova, domenica 16 ottobre, la manifestazione prevedeva anche la finale regionale di Kata esordienti A dove Giacomo De Cesero si è piazzato al secondo posto, grazie ad una gara strepitosa praticamente senza errori, aggiudicandosi il pass per partecipare anch'esso alla finale nazionale in programma a Roma, ma il 29 ottobre. In finale l'atleta bellunese ha ben combattuto e solo una decisione arbitrale gli ha tolto la vittoria. Le ragazze invece hanno ottenuto la medaglia d'oro e a novembre nella Capitale cercheranno conferme a livello italiano.

Va ricordato che la Fijlkam (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), di cui fa parte la scuola bellunese del Tsks, è l'unica federazione ufficiale riconosciuta dal Coni. Le altre organizzazioni che si titolano federazioni sono a tutti gli effetti associazioni sportive dilettantistiche affiliate ad un ente di promozione sportiva.

"E' stato davvero bello vedere con quanta grinta, forza e carattere hanno combattuto i nostri ragazzi - afferma il direttore tecnico del Tsks, Roberto Bacchilega -. Si tratta di una prova tangente che siamo sulla strada giusta perché con passione, sacrificio e perseveranza stiamo costruendo degli atleti con dei veri valori".

La disabilità sul tatami: in mille ad applaudire

pubblicato 20 mag 2015, 01:17 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 20 mag 2015, 05:22 ]

MONSELICE, 17 maggio 2015.

Domenica impegnativa per il Tsks Belluno, la scuola di karate tradizionale, protagonisti sul tatami in due distinte competizioni.
A Monselice, è andata in scena una dimostrazione di karate e disabilità, con i ragazzi disabili del Cadore e di Agordo; una prova condita da grande emozione, sia per gli atleti sia per genitori ed educatori, davanti a un migliaio di spettatori. La consegna delle medaglie d'oro ha quindi riempito di felicità i partecipanti, visibilmente emozionati. "Quando mai questi ragazzi avrebbero potuto vivere emozioni di questo tipo?" - sostiene il Maestro Roberto Bacchilega - . "Abbiamo iniziato questo percorso sette anni fa e ho potuto notare una crescita individuale in ognuno di loro, perché hanno scoperto dentro di sé delle potenzialità diverse, aumentando il livello di autostima e autonomia ed imparando a controllare l'impulsività e ad aderire alle regole del gruppo".

Al termine della dimostrazione, spazio al Trofeo Veneto Fijlkam, a cui hanno preso parte cinque atleti del Tsks accompagnati da Mattia Bacchilega, mentre contemporaneamente, ad Eraclea, si è svolta la prima tappa della Supercoppa, a cui hanno preso parte 18 atleti del Tsks, supportati da Marco Bacchilega.
Assenti perché impegnati nel corso aspiranti allenatori Massimo Bacchilega, Sinisa Brocilovic, Leonardo Antonazzi e Patrick Dal Pio Luogo.

Ecco i risultati della prova di Supercoppa di Eraclea.
KATA - Medaglia d'oro: Giacomo De Cesaro (Ragazzi cintura marrone); Virginia Burlon (Cadette cintura marrone); Elena De Nard (Ragazze cintura verde); Dragana Brocilovic (Cadette cintura nera); Benedetta Piller Cottrer (Juniores cintura arancio); Andrea Cavalet (Speranze cintura arancio); Martina Rubiero (Ragazze cintura nera). Medaglia d'argento: Gaia Marin (Ragazze cintura marrone); Mattia Fedrigo (Speranze cintura nera). Medaglia di bronzo: Fabio Tremonti (Ragazzi cintura marrone); Rebecca Da Vanzo (Ragazze cintura marrone).
KUMITE - Medaglia d'oro: Marco De Silvestro (Speranze cintura nera 65-75 Kg); Francesco Rinaldin (Cadetti cintura nera -60 Kg). Medaglia d'argento: Mattia Fedrigo (Speranze cintura nera +75 Kg). Medaglia di bronzo: Roberto Borrelli (Cadetti cintura marrone 60-75 Kg).

Ecco i risultati del Trofeo Veneto Fijlkam di Monselice.
Medaglia d'argento: Giulia da Prà (Juniores cintura nera). Medaglia di bronzo: Simone Pagan (Seniores cintura nera); Andrea Milan (Esordienti cintura nera).


SUPERCOPPA 2015 al TSKS. Un pieno di medaglie

pubblicato 9 feb 2015, 03:16 da Roberto Bacchilega   [ aggiornato il 9 feb 2015, 03:28 da Segreteria TSKS ]

Si è svolta domenica 1 febbraio a Sacile la prima tappa della "Supercoppa 2015", la gara di karate organizzata dall'A.I.C.S. Nazionale; aperta a tutti i gradi da cintura gialla a nera e alle categorie ragazzi, cadetti, speranze, juniores e seniores, ovvero per atleti dai 12 ai 35 anni.
Un foltissimo gruppo di atleti provenienti in gran parte dal Veneto ha dato vita ad una bellissima manifestazione, che è iniziata alle 14.00 e si è conclusa alle 18.30.

Un livello tecnico di prim'ordine, soprattutto tra i gradi più elevati.
Gli atleti del T.S.K.S. Belluno non hanno disatteso le aspettative, chi nella specialità del Kata (forma) chi in quella del kumite (combattimento): tutti i 19 partecipanti sono saliti sul podio.
E' una grande soddisfazione, sottolinea il Presidente del T.S.K.S. Ferdinando Rizzo, vedere con quanto entusiasmo questi ragazzi anno dopo anno diventano sempre più forti e raggiungono dei risultati così prestigiosi.
Dalla Supercoppa vengono selezionati gli atleti che faranno parte della rappresentativa Nazionale per le gare internazionali e i bellunesi sono davvero  numerosi.
Da qualche tempo, ci spiega il M° Roberto Bacchilega D.T. del T.S.K.S. all'interno della scuola, per l'attività agonistica, abbiamo creato diversi gruppi di allenamento; io seguo la specialità del kata, Marco e Mattia quella del kumite, mentre Federico Calvi la preparazione atletica generale, inoltre stiamo svolgendo un programma per i giovani fino ai 12 anni mirato soprattutto al consolidamento degli schemi motori di base e specifici, allo sviluppo delle capacità coordinative, sulla mobilità articolare, sull’equilibrio, su basi di preacrobatica per poi, solo una volta creati i presupposti per uno sviluppo ottimale, introdurre le tecniche specifiche del karate e questo sistema è proprio vincente ed effettivamente sta ottenendo dei grandi risultati sia nazionali che internazionali.




Ecco la classifica:

KUMITE

Medaglia d'oro
:
  • LEONARDO ANTONAZZI, cat. Juniores cintura nera -70
  • MASSIMO BACCHILEGA, cat. Juniores cintura nera +80
Medaglia d'argento:
  • FRANCESCO RINALDIN, cat. Cadetti cintura nera -60
  • PATRICK DAL PIO LUOGO, cat. Juniores cintura nera -70
  • NICOLO’ BELFI, cat. Speranze cintura nera +75
Medaglia di bronzo:
  • MATTIA FEDRIGO, cat. Speranze cintura nera +75
  • ANDREA MILAN, cat. Cadetti cintura nera +60

KATA

Medaglia d'oro:
  • CAVALET ANDREA, cat. Speranze cintrua arancio
  • WIKTORIA WASIK, cat. Ragazze cintura blu
  • DRAGANA BROCILOVIC, cat. Cadette cintura nera
  • PERINO MATTEO, cat. Ragazzi cintura nera
  • DAL PONT VIOLA, cat. Speranze cintura arancio
  • BENEDETTA PILLER CROTTER, cat. Juniores cintura arancio
Medaglia d'argento:
  • MARTINA RUBIERO, cat. Ragazze cintura nera
  • ELENA DE NARD, cat. Ragazze cintura verde
  • RITA ORTESE, cat. Ragazze cintura blu
  • ANDREA MILAN, cat. Cadetti cintura nera
Medaglia di bronzo:
  • REBECCA PATRIARCA, cat. Ragazze cintura nera
  • FABIO TREMONTI, cat. Ragazzi cintura marrone
  • ANDRIANA ZAMBON, cat. Ragazze cintura blu

Vince l'integrazione

pubblicato 9 ott 2014, 00:40 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 9 ott 2014, 01:09 ]

Al di là del benessere fisico ricercato ed ottenuto attraverso la sua pratica,  lo sport è strumento fondamentale per veicolare valori e qualità che aggiungono significato ed interesse alla nostra vita. Praticando sport ci si mette alla prova, si impara, ci si integra nel gruppo e nella società, si  sperimentano esperienze di divertimento in rapporto con gli altri,  si afferma e aumenta  l'autostima, si socializza.
È questo che hanno potuto sperimentare i giovani atleti disabili che vestono i colori del T.S.K.S Belluno (Traditional Shotokan Karate School), quando domenica 28 settembre u.s. hanno indossato il kimono per offrire una dimostrazione delle loro capacità a Rovereto, in occasione di una festa dove la disabilità à stata protagonista e promotrice.
Presso il ristorante  "dal Barba" a Villa Lagarina,  il personale è un mix tra professionisti del settore ristorazione e ragazzi autistici: qui il gruppo ha potuto mangiare, ascoltare buona musica e praticare il proprio sport in un clima familiare e sereno dove il clichè "disabilità uguale svantaggio ed emarginazione" è stato ribaltato. Se si creano i giusti presupposti, disabilità può essere anche creatività, propositività, o semplicemente normalità e autonomia.
Può sembrare un paradosso, ma a volte con la disabilità si enfatizzano le azioni e le opportunità del  quotidiano per cercare visibilità e garantirsi la giusta parte di pari opportunità: ecco perchè ci piace mettere sullo stesso piano il gruppo del Tsks di atleti disabili in uscita a Rovereto, e gli atleti del Tsks impegnati la stessa domenica a Como al campionato italiano Jka.

Lo sport che unisce, il karate come comune denominatore per crescere come atleta e come persona. La società sportiva infatti crede molto nel valore dell'integrazione e crea opportunità di socializzazione e divertimento (il fine settimana precedente il gruppo era a Cervia al mare), dove l'allenamento sul tatami diventa solo una parte del programma.

Il gruppo disabili del T.S.K.S. perciò ha vissuto il proprio momento di impegno durante la dimostrazione delle tecniche di combattimento e kata della disciplina sportiva, e poi ha goduto del momento di festa: è visibile la gioia dei partecipanti in questa foto ricordo scattata in compagnia del cantautore Eugenio Finardi.



Campionati Italiani JKA

pubblicato 8 ott 2014, 01:14 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 8 ott 2014, 01:14 ]

Domenica 28 settembre 2014, si è svolto a Cantù, il V Campionato Italiano JKA.
È stato il Tsks di Belluno a collezionare i titoli più ambiti, sia individuali che a squadre.

L’associazione bellunese si è prima affermata nelle gare individuali con l’oro nel kumite, nella categoria Seniores, vinto da Mattia Bacchilega di Lorenzago ed il bronzo vinto dal fratello Marco di Calalzo.
Nella medesima categoria, al femminile, il bronzo vinto da Martina Del Monego di Calalzo.
Quindi c’è stata la medaglia di bronzo vinta da Massimo Bacchilega di Lorenzago sempre nel kumite, nella categoria Juniores, e l’argento nel kumite e il bronzo nel kata vinte dalla Cadetta Giulia Da Prà di Lozzo. Infine la medaglia di bronzo vinta da Nicolò Belfi di Vodo nel kumite Cadetti.

La competizione più attesa e più ambita è come sempre la gara a squadre di kumite (combattimento) e a scendere sul tatami a rappresentare il Tsks Belluno per la prima (e forse per l’unica) volta una squadra composta interamente dai fratelli Bacchilega. È stato un grande spettacolo, hanno dichiarato gli spettatori che hanno assistito con il fiato sospeso a tutte le gare, ma la finale contro la squadra di Monza ha davvero avuto dell’incredibile; primo a scendere sul tatami è il più giovane dei fratelli Massimo 18 anni contro Edoardo Barzaghi; in pochi secondi segna un wazari con un giacozuki ciudan (pugno all’addome) e dopo pochissimo sull’attacco di calcio dell’avversario lo anticipa con una scelta di tempo eccezionale con un kisamizuki jodan (pugno anteriore al viso); è vittoria. Per secondo ecco Mattia (30 anni) contro Andrea Gasparetti; qualche scambio, una finta e un uramawashigheri jodan (calcio circolare al viso): è Ippon (massimo punteggio superiore a 2 wazari) e la gara è già vinta. Per terzo c’è Marco (36 anni) contro Luca Serricano; pochi secondi e con due tecniche perfette di pugno arrivano ancora 2 wazari.
Risultato 6-0, davvero incredibile, soprattutto se si considera che gli avversari sono anch’essi componenti della Nazionale in partenza per il Campionato Mondiale J.K.A. che si svolgerà a Tokyo il 17-18-19 ottobre.
Un palazzetto stracolmo di pubblico ha applaudito gli atleti bellunesi che anche quest’anno si sono fregiati del titolo iridato di campioni d’Italia.

Coppa Fujimura - Svizzera

pubblicato 19 mag 2014, 00:20 da Segreteria TSKS   [ aggiornato in data 19 mag 2014, 00:20 ]

Ottima prestazione degli atleti del TSKS al quadrangolare Italia - Svizzera - Austria - Germania, svoltosi a Zurigo sabato 17 maggio.

Kata under 14 femminile:
Dragana Brocilovic 1
Martina Rubiero 3
Rebecca Patriarca 4

Kata under 14 maschile:
Matteo Perino 3

Kata a squadre under 14:
Perino-Del Favero-Tremonti 1
Brocilovic-Patriarca-Rubiero 3

Kata under 16 maschile:
Andrea Milan 3

Kumite under14 maschile:
Andrea Milan 1

Kata under 18 maschile:
Marco del Favero 3

Kumite under 16 maschile:
Marco de Silvestro 2
Nicolò Belfi 4

Kumite under 16 femminile:
Giulia da Pra' 1

Kata under 16 femminile:
Giulia da Pra' 2

Kumite over 18 femminile
:
Martina Del Monego 2

Kumite over 18 maschile:
Mattia Bacchilega 1

Da sottolineare questa ultima prestazione perché gli atleti di questa categoria erano ben 44.

Un grande abbraccio con l'augurio di una veloce guarigione a Matteo Pagan, che per colpa di un trauma addominale è stato trattenuto in osservazione in ospedale a Zurigo.

1-10 of 27